"Non si turbi dunque il tuo cuore, e non abbia timore" (Gv 14,27). Credi in me e abbi fiducia nella mia misericordia.

AmoGesu2

Scritti di Santi e Beati

Sostieni Amo Gesù    

Pratica di Amar Gesù Cristo

Sant'Alfonso Maria de Liguori

L'opera è composta di diciassette capitoli, al cui termine di ognuno è presente la sezione "Affetti e preghiere", di cui i primi quattro sono di preparazione e illustrano quanto Gesù Cristo sia meritevole di essere amato per l'amore che ci ha dimostrato con la sua morte, l'importanza dell'Eucarestia, soffermandosi sul rapporto che i cristiani devono avere con Lui, ossia di confidenza e fiducia.

Gli altri tredici capitoli spiegano i versetti 2-7 del capitolo 13 della prima lettera di San Paolo ai Corinti (La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia) e mettono in luce quali sono le virtù e discipline da praticare, quali costumi da evitare, per custodire e sviluppare l'amore che il cristiano deve assumere come condotta, uniformemente alla volontà di Dio.

L'opera termina con un breve riassunto delle virtù, largamente discusse nel testo, e un monito a praticare la carità nei confronti di Dio e dei fratelli.


CAPITOLO I - Quanto merita Gesù Cristo di esser amato da noi per l'amore che ci ha dimostrato nella sua Passione. 1347
CAPITOLO II - Quanto merita Gesù Cristo d'esser amato da noi per l'amore che ci ha dimostrato nell'istituire il SS. Sagramento dell'altare. 1241
CAPITOLO III - Della gran confidenza che dobbiamo mettere nell'amore che ci ha dimostrato Gesù Cristo, ed in tutto quello che ha fatto per noi. 946
CAPITOLO IV - Quanto noi siamo obbligati ad amar Gesù Cristo. 1255
CAPITOLO V - Caritas patiens est. L'anima che ama Gesù Cristo ama il patire. 1270
CAPITOLO VI - Caritas benigna est. Chi ama Gesù Cristo ama la dolcezza. 1141
CAPITOLO VII - Caritas non aemulatur. L'anima che ama Gesù Cristo non invidia i grandi del mondo, ma solamente coloro che più amano Gesù Cristo. 1113
CAPITOLO VIII - Caritas non agit perperam. Chi ama Gesù Cristo fugge la tepidezza ed ama la perfezione. 1424
CAPITOLO IX - Caritas non inflatur. Chi ama Gesù Cristo non s'invanisce de' propri pregi, ma si umilia e gode di vedersi umiliato anche dagli altri. 1391
CAPITOLO X - Caritas non est ambitiosa. Chi ama Gesù Cristo non ambisce altro che Gesù Cristo. 1120
CAPITOLO XI - Caritas non quaerit quae sua sunt. Chi ama Gesù Cristo cerca di staccarsi da tutto il creato. 1378
CAPITOLO XII - Caritas non irritatur. Chi ama Gesù Cristo non mai si adira col prossimo. 1285
CAPITOLO XIII - Caritas non cogitat malum, non gaudet super iniquitatem, congaudet autem veritati. Chi ama Gesù Cristo non vuol altro se non quel che vuole Gesù Cristo. 2065
CAPITOLO XIV - Caritas omnia suffert. Chi ama Gesù Cristo soffre tutto per Gesù Cristo, e specialmente le infermità, la povertà e i disprezzi. 1319
CAPITOLO XV - Caritas omnia credit. Chi ama Gesù Cristo crede a tutte le sue parole. 1385
CAPITOLO XVI - Caritas omnia sperat. Chi ama Gesù Cristo spera tutto da Gesù Cristo. 1382
CAPITOLO XVII - Caritas omnia sustinet. Chi ama Gesù Cristo con amor forte non lascia di amarlo in mezzo a tutte le tentazioni ed a tutte le desolazioni. 1028

Abbiamo un Avvocato

Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; ma se qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo giusto. Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo. - (1Gv 2,1-2)
 
 

Doveva soffrire molto

Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. (Mt 16,21)

 

Lock full review http://8betting.co.uk/ 888 Poker