Va' nella tua casa dai tuoi, e annuncia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la misericordia che ha avuto per te».   (Mc 5,19)

AmoGesu2

Scritti di Santi e Beati

  • Uniformità alla Volontà di Dio (8)

    Sant'Alfonso Maria de Liguori

    Se vogliamo compiacere appieno il cuore di Dio, procuriamo in tutto di conformarci alla sua divina volontà; e non solo di conformarci ma uniformarci a quanto Dio dispone. La conformità importa che noi congiungiamo la nostra volontà alla volontà di Dio; ma l’uniformità importa di più che noi della volontà divina e della nostra ne facciamo una sola, si che non vogliamo altro se non quello che vuole Dio e la sola volontà di Dio sia la nostra… Questa ha da essere la mira di tutte le nostre opere, di tutti i nostri desideri, meditazioni e preghiere


  • Pratica di Amar Gesù Cristo (17)

    Sant'Alfonso Maria de Liguori

    L'opera è composta di diciassette capitoli, al cui termine di ognuno è presente la sezione "Affetti e preghiere", di cui i primi quattro sono di preparazione e illustrano quanto Gesù Cristo sia meritevole di essere amato per l'amore che ci ha dimostrato con la sua morte, l'importanza dell'Eucarestia, soffermandosi sul rapporto che i cristiani devono avere con Lui, ossia di confidenza e fiducia.

    Gli altri tredici capitoli spiegano i versetti 2-7 del capitolo 13 della prima lettera di San Paolo ai Corinti (La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia) e mettono in luce quali sono le virtù e discipline da praticare, quali costumi da evitare, per custodire e sviluppare l'amore che il cristiano deve assumere come condotta, uniformemente alla volontà di Dio.

    L'opera termina con un breve riassunto delle virtù, largamente discusse nel testo, e un monito a praticare la carità nei confronti di Dio e dei fratelli.


  • Del gran mezzo della Preghiera (27)

    Sant'Alfonso Maria de Liguori

    La santità si raggiunge solo per mezzo della preghiera. Questo tema pervade tutta l'Opera di s. Alfonso, motivo per cui egli è passato alla storia della Chiesa come il "Dottore della preghiera". Religioso, missionario, vescovo, fa di essa l'anima della sua vita e della sua attività; divenuto egli stesso preghiera vivente desidera trascinare gli altri sulla sua scia.

    A tutti raccomanda questo "gran mezzo"; ai predicatori, ai confessori, ai pastori d'anime, e rimprovera a più riprese il silenzio su questo punto di capitale importanza: "Quel che più mi affligge, è vedere che i predicatori e i confessori poco attendono a parlarne ai loro uditori e penitenti; e vedo anche che i libri spirituali che oggi corrono per le mani, neppure ne parlano abbastanza. Quando, invece, tutti i predicatori e confessori, e tutti i libri non dovrebbero insinuare altra cosa che questa del pregare con umiltà, fiducia e perseveranza."


  • Omelie di San Giovanni Maria Vianney (8)

    San Giovanni Maria Vianney

    Alcune omelie del Santo curato d'Ars


Abbiamo un Avvocato

Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; ma se qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo giusto. Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo. - (1Gv 2,1-2)
 
 

Doveva soffrire molto

Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. Mt 16,21

 

Lock full review http://8betting.co.uk/ 888 Poker