"Non si turbi dunque il tuo cuore, e non abbia timore" (Gv 14,27). Credi in me e abbi fiducia nella mia misericordia.

AmoGesu2

Novena all'Amore Misericordioso di Gesù.

.................................. 

6° Giorno - Novena all'Amore Misericordioso

SESTO GIORNO

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Orazione preparatoria:

Gesù mio, grande è il mio dolore considerando la disgrazia che ho avuto di offenderti tante volte. Tu però, con cuore di Padre, non solo mi hai perdonato, ma con le tue parole: "domandate e otterrete", mi inviti a chiederti quanto mi è necessario. Pieno di fiducia, ricorro al tuo Amore Misericordioso, affinché mi conceda ciò che sollecito in questa novena, e soprattutto la grazia di riformare la mia condotta e d'ora innanzi di accreditare la mia fede con le opere vivendo secondo i tuoi precetti, e di ardere nel fuoco della tua carità.
 
Meditazione:
sulle parole del Padre nostro: "Dacci oggi, il nostro pane quotidiano".

Qui chiediamo il pane eccellentissimo che è il Santissimo Sacramento; l'alimento ordinario dell’anima nostra che è la grazia; i Sacramenti e le ispirazioni del cielo. Chiediamo anche l'alimento necessario per conservare la vita del corpo da procurarsi con moderazione. Chiamiamo "nostro", il pane Eucaristico, perché è ordinato al nostro bisogno e perché il nostro Redentore dà se stesso a noi nella Comunione. Diciamo "quotidiano" per dimostrare la dipendenza ordinaria che abbiano da Dio in tutto, corpo ed anima, ogni ora e ogni momento. Dicendo "dacci oggi" esercitiamo un atto di carità, chiedendo per tutti gli uomini, senza preoccupazione del domani.

Domanda:

Gesù mio, a Te ricorro in questa prova. Se tu vuoi usare la tua clemenza con questa misera creatura tua, trionfi la tua bontà. Per il tuo amore e per la tua misericordia perdona le mie colpe; e quantunque sia indegno di ottenere ciò che ti domando, compi pienamente i Tuoi desideri, se ciò è di gloria per Te e di bene per l’anima mia. Nelle tue mani mi rimetto fa’ di me secondo il tuo compiacimento.

(Chiediamo la grazia che desideriamo ottenere in questa novena).
 
Preghiera:
Dammi, Gesù mio, tu che sei fonte di vita, da bere dell’acqua viva che emana da te stesso, affinché, gustando da te, non abbia più sete che di te, annegami tutto nell’abisso del tuo amore e della tua misericordia e rinnovami col tuo preziosissimo Sangue con il quale mi hai riscattato. Lava coll’acqua del tuo santissimo Costato tutte le macchie con le quali contaminai la bella veste dell’innocenza che mi desti nel battesimo. Riempimi, Gesù mio, del tuo Santo Spirito e rendimi puro di corpo e di anima.

3 Pater, Ave, Gloria.

 

 

Abbiamo un Avvocato se abbiamo peccato.

Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; ma se qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo giusto. Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo. - (1Gv 2,1-2) 
 
Abbiamo un Retributore che ricompensa le opere compiute o omesse
Tutti infatti dobbiamo comparire davanti al tribunale di Cristo, per ricevere ciascuno la ricompensa delle opere compiute quando era nel corpo, sia in bene che in male. (2Corinzi, 5,10)
 
 

Doveva soffrire molto

Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. (Mt 16,21)

 

Lock full review http://8betting.co.uk/ 888 Poker