Va' nella tua casa, e annuncia ciò che il Signore ti ha fatto e la misericordia che ha avuto per te».   (Mc 5,19)

AmoGesu2

Adorazione Eucaristica

santissimo sacramento

Sostieni Amo Gesù    

VISITA XV - Gesù mio, fammi ardere di amore per te; fa ch'io pensi, sospiri, desideri, cerchi solo te.

Ascolta 

Sono venuto a portare il fuoco sulla terra; e come vorrei che fosse già acceso! (Lc 12, 49).

Diceva il V.P. D. Francesco Olimpio Teatino non esser cosa in terra che più vivamente infiammi il fuoco del divino amore nel cuore degli uomini quanto il SS. Sacramento dell'altare. Perciò il Signore si fece vedere da S. Caterina da Siena nel SS. Sacramento come una fornace d'amore, dalla quale uscivano torrenti di divine fiamme che si spandevano per tutta la terra; onde la santa restava attonita come tutti gli uomini potessero vivere senza bruciare d'amore a tanto amore divino verso gli uomini. Gesù mio, fammi ardere per te; fa ch'io non pensi, non sospiri, non desideri, non cerchi altro che te. Oh me beato, se questo tuo santo fuoco tutto mi possedesse! ed al consumar degli anni miei andasse felicemente in me consumando tutti gli affetti terreni!

O Verbo divino, o Gesù mio, io vi vedo tutto sacrificato, tutto annichilato e distrutto per amor mio sopra l'altare. È ragione dunque che siccome voi vi sacrificate fatto vittima d'amore per me, io mi consacri tutto a voi. Sì, mio Dio e mio supremo Signore, io vi sacrifico oggi tutta l'anima mia, tutto me stesso, tutta la mia volontà, tutta la vita mia. Unisco questo mio povero sacrificio col sacrificio infinito che vi fece di se stesso, o Eterno Padre, una volta in terra Gesù vostro figlio e mio Salvatore sopra la croce, e che vi fa ogni giorno tante volte sugli altari. Accettatelo dunque per i meriti di Gesù, e datemi grazia di replicarlo in tutti i giorni di mia vita, e di morire sacrificandomi tutto a vostro onore. Desidero la grazia concessa a tanti martiri di morire per vostro amore. Ma, se di tanta grazia non sarò degno, almeno, Signor mio, datemi ch'io vi sacrifichi con tutta la volontà la vita mia, abbracciando quelle pene e quella morte che da voi mi sarà data. Signore, questa grazia voglio; voglio morire con la volontà di onorarvi e di darvi gusto; e da ora vi sacrifico la mia vita e vi offro la mia morte qualunque sarà e quando sarà.

Giac. Gesù mio, voglio morire per darvi gusto.

A Maria

Lasciate ch'io ancora vi chiami, Signora mia dolcissima, col vostro S. Bernardo, Unico motivo sei della mia speranza: e dica con S. Gio. Damas.: In te ho collocato tutta la mia speranza. Voi mi avete da ottenere il perdono dei miei peccati; voi la perseveranza sino alla morte; voi l'essere liberato dal purgatorio. Quelli che si salvano, tutti per voi ottengono la salute: dunque voi, o Maria, mi avete da salvare. Chi vuoi tu sarà salvato (S. Bonaventura). Vogliate dunque salvarmi, ed io sarò salvo. Ma voi salvate tutti coloro che v'invocano. Ecco io v'invoco e vi dico:

Giac. Salvezza di quelli che ti invocano, salvami. S. Bon.

Abbiamo un Avvocato

Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; ma se qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo giusto. Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo. - (1Gv 2,1-2)
 
 

Doveva soffrire molto

Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. (Mt 16,21)

 

Lock full review http://8betting.co.uk/ 888 Poker